Torna su Packlink

Linee Guida Export / Import REGNO UNITO (data da definire)

Il Regno Unito, come conseguenza del Brexit, non sarà più membro dell'Unione Europea. Sarà quindi necessario seguire le stesse procedure di importazione ed esportazione previste per i Paesi Extra UE, che prevedono passaggio ed ispezione doganale.

  • DATI OBBLIGATORI RICHIESTI DAL GOVERNO BRITANNICO
  • Numero EORI del mittente
  • Numero EORI del destinatario
  • Fattura Doganale completa e dettagliata
  • TARIC - Numero di Tariffa Doganale di 8/10 cifre (https://www.trade-tariff.service.gov.uk/trade-tariff/sections?currency=EUR&day=17&month=3&year=2019)
  • Informazioni di contatto sia del mittente che del destinatario (e-mail e telefono)
  • Descrizioni accurate e dettagliate dei prodotti (incluso paese di fabbricazione, peso dell'articolo, valore dell'articolo, etc.)
  • Valore della spedizione
  • Motivo dell'esportazione (purchase or sale/personal belongings/sample/documents - non si accettano importazioni ed esportazioni in concetto di ''gift'')

In seguito, ti dettagliamo i punti a seguire per le tue spedizioni provenienti o dirette al Regno Unito.

1. MITTENTE E DESTINATARIO DEVONO POSSEDERE UN CODICE EORI
  • Cos’è il codice (o numero) EORI?

L’E.O.R.I. (Economic Operators Registration and Identification) è un sistema di numerazione introdotto nel 2009 dall’Unione Europea. Un codice EORI è una serie di caratteri alfanumerica che identifica in maniera univoca un dato importatore – o, più in generale, un dato operatore economico – all’interno dell’Unione Europea. E’ composto dal codice ISO del paese (ad esempio IT per l’Italia e DE per la Germania etc.) seguito da una serie di cifre lunga al massimo 15 caratteri (la partita IVA o il codice fiscale).

  • Cosa succede se non possiedo un codice EORI?

Se le tue merci arrivano in dogana e non possiedi un codice EORI rischi il blocco della merce, una multa e/o il sequestro del carico.

  • Posso richiedere un codice EORI anche se non possiedo né una società né una partita IVA?

Sì. Puoi richiedere un codice anche come privato (utilizzando il tuo codice fiscale). Per maggiori informazioni, dovrai rivolgerti direttamente all'Agenzia delle Entrate

  • I mittenti o destinatari del Regno Unito devono essere in possesso di un codice EORI?

Sì. Come specificato dal governo britannico ai seguenti link:

2. COMPILARE LA FATTURA DOGANALE

Per tutte le spedizioni provenienti o dirette da e verso Paesi che non appartengono all'Unione Europea è necessario includere una documentazione aggiuntiva, ricordandoti inoltre che le spese di spedizione sono esenti da IVA in quanto i dazi doganali sono sempre a carico del destinatario e mai inclusi nel costo del trasporto. Per questo tipo di spedizioni dovrai compilare il modello di ''Fattura Doganale'' sia per invii tra privati (non-commercial invoice) sia per vendite tra aziende (commercial) o per invii provenienti o diretti a società.

Sono richieste 3 copie della Fattura Doganale completa di codice EORI di mittente e destinatario, 1 copia della Dichiarazione di Libera Esportazione (Duplice Uso/Cities/Esportazione Definitiva), 1 copia del codice fiscale (o del del certificato di di attribuzione partita IVA). Il nostro modello di Fattura Doganale include già le voci Duplice Uso/Cities/Esportazione Definitiva.

La documentazione doganale va inserita in una bustina trasparente ed applicata al pacco, per evitare che venga smarrita dal fattorino tra il ritiro e l'arrivo in filiale.

📑Potrai scaricare la documentazione doganale e la guida alla compilazione da questo link https://support.packlink.com/hc/it/articles/360000793440 e per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la sezione ''Informazioni sulle procedure doganali'' del nostro Portale di Aiuto:

3. INDICARE I CODICI DOGALI DI OGNI MERCE IN MODO PRECISO SULLA FATTURA

Il Numero di Tariffa Doganale fa riferimento alla Nomenclatura Tariffaria Comunitaria (TARIC), che classifica tutti i prodotti secondo la nomenclatura doganale, utilizzata per l'applicazione dei dazi. Assicurati di indicare il numero TARIC corretto per velocizzare l'esportazione, ridurre potenziali ritardi con lo sdoganamento ed evitare l'applicazione di tasse aggiuntive.

Vai al seguente link www.tariffnumber.com e trova il Numero di Tariffa Doganale per i tuoi articoli, utilizzando il motore di ricerca in alto. Ti invitiamo a leggere con attenzione la descrizione del codice ricercato e scegliere quello che più si adatta al tipo di merce che stai spedendo.

tariffnumber-screenshot.png

ESEMPIO PRATICO

Maria ha bisogno di trovare il Numero di Tariffa Doganale di 5 oggetti diversi. I codici che ha trovato sono i seguenti:

descriptions-tariffnumbers.png

alert-icon.svgNon utilizzare questi stessi codici, poiché gli oggetti che stai potrebbero contenere materiali diversi ed appartenere ad altre categorie di classificazione.

Consigli su come trovare il Numero di Tariffa Doganale corretto

  • Pensa al materiale o composizione della merce, e alla sua funzione.
  • Una volta ottenuta la prima lista di risultati, utilizza la funzione di ricerca del browser (ctrl+f or cmd+f) per evidenziare le parole chiave all'interno di una ricerca.
  • Leggi la voce della ricerca in modo completo, assicurandoti che la descrizione coincida in modo quanto più accurato con quella del tuo oggetto.
  • Presta attenzione a possibili esclusioni segnalate con la dicitura "excl.", poiché significa che il codice in questione esclude tutte le anteriori descrizioni del paragrafo.
  • Se non visualizzi subito alcuna corrispondenza con la parola che stai cercando, prova con un sinonimo ("pantaloni" anziché "calzoni", "stampa" anziché "poster", "disco" anziché "vinile", etc.).
  • Non farti prendere dal panico e prova con differenti parole chiave!

4. VALORE DELLA MERCE

Indica il valore reale di ogni articolo della lista. Questo valore non potrà in nessun caso essere pari a 0€.

Se stai inviando effetti personali, senza un valore ben definito, indica il valore approssimativo che più si avvicina al reale. Ad esempio: a quanto si venderebbe come articolo di seconda mano?

Se stai inviando articoli di artigianato di produzione propria, indica la stima del costo dei materiali utilizzati.

Inserire un valore incongruente rispetto al tipo di merce descritta in fattura (es. 1€ per uno smartphone), cercando di evitare l'applicazione di dazi doganali, può provocare ritardi con lo sdoganamento o il blocco della spedizione. Le Autorità Doganali notificheranno l'irregolarità rilevata e potranno richiedere ulteriore documentazione oppure procedere alla distruzione del collo ove previsto.

ESEMPIO PRATICO

Anche se le scarpe e il telefono che sta inviando sono usati, Maria ha indicato un valore di mercato approssimativo degli articoli, basandosi sul valore originale della merce e gli anni di utilizzo. Questo valore, anche se approssimativo, è obbligatorio.

Ecco come Maria ha compilato la sua Fattura Doganale:

entire-inventory.png

 

5. POSSO SPEDIRE QUALSIASI TIPOLOGIA DI MERCE?

No. Valgono le stesse regole previste per tutti i Paese Extra UE. Con i servizi di spedizione di pacchetteria standard offerti dal portale web di Packlink potrai inviare tutti i tipi merce ad eccezione di quelli considerati come Articoli Proibiti. In caso di spedizioni internazionali, dovrai verificare previamente se il tipo di merce è accettato dal Paese di destinazione, poiché ci possono essere restrizioni. Ad esempio, saranno rigorosamente proibiti: alimentazione solida e liquida priva di Schede Tecniche di Origine e Prodotto, Nulla Osta Sanitario e Permessi di esportazione ed importazione, bagagli, farmaci, etc.

 

Guida utile: Importazione merci dall'UE al Regno Unito 

https://www.youtube.com/watch?v=uh9FuN2D5v4

Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 1 su 2

Se hai bisogno di assistenza, completa il formulario di contatto. Saremo lieti di aiutarti!

Contattaci